fbpx

Pasqua e alimentazione: i miei consigli alimentari

Mangiare e talvolta esagerare con le quantità durante pranzi e cene di Pasqua e Pasquetta può capitare ma, di questi tempi, è prassi comune sentire la necessità di controllare il cibo che ingeriamo e sentirci più vitali ed energici. Avvertire l’esigenza di rimanere in forma e mangiare in modo più sano anche durante le feste pasquali è utili per evitare di sovraccaricare eccessivamente il nostro intestino di cibi grassi, ricchi di zuccheri ma poco nutrienti.

Per non sentirci stanchi, gonfi e fisicamente affaticati nonostante i festeggiamenti e il tempo trascorso con le persone che amiamo anche durante le festività pasquali è consigliabile adottare alcuni piccoli accorgimenti alimentari (ma non solo) per mantenere il corpo sano e dotato della vitalità necessaria per affrontare la primavera!

 

Di seguito i miei consigli alimentari per affrontare queste feste pasquali con energia e salute:

  • Mangiare un’insalata prima dei pasti

Questa prassi consente di arrivare al pranzo di Pasqua per metà già sazi grazie a fibre e acqua della verdura che, non solo saziano, ma soprattutto nutrono perchè ricche di vitamine e sali minerali. Optare per verdure crude prima dei pasti principali, inoltre, permette di stabilizzare la glicemia e ridurre l’assorbimento di zuccheri e grassi.

  • Bere più acqua del solito

Essenziale per una buona digestione e diuresi, l’acqua è consente di purificare il nostro corpo. Nei LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di energia e Nutrienti per i cittadini italiani), infatti, viene raccomandata l’assunzione di un grammo di acqua per ogni kilocaloria ingerita. Per una dieta equilibrata di 2.000 kilocalorie al giorno quindi sono necessari almeno 2 litri di acqua. All’inevitabile aumento di calorie proprio nel periodo delle feste Pasquali, però, si deve accompagnare la salutare accortezza di aumentare, in quantità corrispondente, il consumo di acqua.

L’apporto idrico, inoltre, deve essere strettamente collegato al quantitativo di proteine ingerite. Lo smaltimento dell’urea, il prodotto di scarto del metabolismo proteico, infatti, è agevolato da una buona idratazione e, per questo, se aumenta l’assunzione di proteine, è necessario che aumenti anche l’acqua che si beve. 

 

  • Evitare gli alcolici

L’alcol, al contrario dell’acqua, nostra alleata, provoca ritenzione idrica. L’ormone antidiuretico, infatti, viene utilizzato dall’organismo per riassorbire l’acqua a livello del rene ma quando ridotto porta l’organismo a trattenere i liquidi che vengono accumulati negli spazi interstiziali, tra cellula e cellula. Limitando, o meglio eliminando completamente, le bevande alcoliche, però, è possibile evitare questo fenomeno e espellere i liquidi in eccesso.

Un suggerimento è arrivare al pranzo o alla cena con tanti liquidi nel corpo. Per farlo, ad esempio, si può mangiare un finocchio e due carote. Bere mezzo litro di acqua prima del pasto è un ottimo modo per far sì che il corpo non abbia il bisogno fisiologico di riempire lo stomaco. La voglia o la tentazione di cibi ipercalorici viene di molto ridotta – la parte fisiologica è paga da verdura e acqua, rimane solo lo sfizio di voler fare un brindisi o assaggiare semplicemente il cibo preparato.

 

  • Optare per prodotti freschi e di stagione

Ormai è primavera da qualche settimana, perché non scegliere ingredienti naturali e di stagione? In questo modo si potrà consumare in modo più sostenibile, risparmiare sulla spesa e prendersi cura del proprio corpo. Consiglio di arricchire la tavola di verdura e frutta di stagione, preparando nuove ricette all’insegna di salute e leggerezza con broccoli, carote, asparagi ma anche fragole, kiwi e tutte le prelibatezze che la natura ci regala in questa stagione.

 

  • Fare movimento (all’aria aperta)

Ritrovare il proprio equilibrio e rimettersi in forma non significa semplicemente mangiare pulito e sano ma è necessario adottare uno stile di vita in linea con queste necessità, evitando la sedentarietà. Mai dimenticare quindi di fare attività fisica, meglio se all’aria aperta per almeno 30 minuti ogni giorno.

Sei alla ricerca di qualche suggerimento anche per un menu da preparare nel pasto pasquale (pranzo o cena che sia)?

Ti propongo ben 3 piatti replicabili in versione onnivora o vegetariana e adatti davvero a tutti i gusti. Il pasto è leggero, saziante, nutriente e non è contaminato da alimenti che fanno appesantire la digestione gastroenterica, facendo venire mal di testa, ottundimento, etc.

  1. Antipasto: crostone di cavolo nero

Ingredienti necessari 

  • Cavolo nero toscano
  • Pane toscano (senza sale)
  • 1 spicchio di aglio
  • Semi oleaginosi vari
  • Olio
  • Sale

Procedimento

Stufare il cavolo nero con olio e aglio. A fine cottura aggiungere i semi. Posizionare il composto su pane e servire caldo.

  1. Piatto principale: spadellata all’orientale 

Ingredienti

  • 600g di straccetti di pollo o tacchino o manzo o tofu o seitan
  • 2 carote, 1 porro, 2 zucchine, zenzero
  • 1 vaschetta di funghi champignon
  • Semi oleaginosi
  • Spezie orientali
  • Frutta disidratata mista a piacere

Procedimento

Scaldare una padella antiaderente, adagiare le verdure precedentemente tagliate e condite con un filo di olio. Cuocere fino a doratura. Ripetere lo stesso procedimento per gli straccetti di carne o tofu o seitan. A fine cottura trasferire la carne o tofu nella padella delle verdure. Cospargere il preparato con mix di spezie, semi e frutta.

 

  1. Dessert: fagottino di pera

Ingredienti

  • 2 pere kaiser
  • Cannella in polvere
  • Cioccolato fondente 70%
  • 1 confezione di pasta fillo
  • Zucchero di canna

Procedimento

Tolta la buccia, tagliare la pera metà e privarla del torsolo. Metterla in una padella con 2 cucchiai di zucchero, un filo di acqua e 1 olio. Cuocere fino a che la pera diventi morbida. Lasciare intiepidire. Tendere la pasta fillo e adagiare metà pera per ogni foglio di pasta. Grattugiare il cioccolato sopra ogni pera. Chiudere a fagotto. Riscaldare il forno a 180° e infornare su teglia antiaderente per 7 minuti.

 

Non vuoi esagerare durante le feste per mantenerti vitale ed energica? 

Adotta questi semplici ma decisivi accorgimenti alimentari per vivere le feste pasquali con serenità e tornare in forma. Replica anche il menu sfizioso e salutare per un pranzo o una cena e e fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *