fbpx

Metodi naturali per alzare le difese immunitarie: i miei consigli alimentari

In questi mesi, in cui il livello di attenzione della nostra mente per evitare il contagio da Covid-19 è così alto, abbiamo compreso come la cosiddetta “infiammazione cronica di basso grado” causata da cibo spazzatura, stress, alcool ed eccessivo consumo di zucchero, farine e latte vaccino, possa creare un’alterazione a livello del nostro sistema immunitario. 

Oltre a rispettare le regole igieniche che, ormai, consociamo più che bene, quindi, occorre sviluppare e mantenere nel tempo un adeguato ed efficiente sistema immunitario.

Ma cos’è il sistema immunitario e come possiamo renderlo più efficace?

Quando si parla di sistema immunitario, si fa riferimento a una rete complessa costituita da sostanze, strutture e processi biologici che ha funzione di riconoscere e rimuovere le cellule anomale  Questa rete così articolata ed efficiente si è sviluppata quindi per difendere l’organismo da quelli che in medicina vengono chiamati “insulti chimici e biologici”, ovvero virus, batteri e altri microrganismi.

Forse ora ti starai chiedendo in che modo la dieta può incidere sull’efficacia del sistema immunitario. Dal mio punto di vista, la dieta è uno degli elementi più determinanti per supportare e mantenere il nostro sistema immunitario in salute. E, in particolare, la dieta che include alimenti e integratori adatti incide in maniera decisiva e in modo cospicuo sul buon funzionamento non solo del sistema immunitario ma anche del nostro intestino

Intestino e sistema immunitario, infatti, sono due strutture estremamente interconnesse tra loro e correlate da una serie di processi bio-chimici. Quello che spesso non si sa è che l’80% delle cellule del sistema immunitario è sviluppata a livello intestinale: questo è possibile perché il nostro intestino ha un sistema di protezione da batteri e altri microrganismi molto complesso.

Quest’organo è composto da due diverse strutture che intervengono nella modulazione della risposta immunitaria: il microbiota intestinale e il muco. Dal momento che la salute del microbiota intestinale, anche detto flora batterica, è determinata da un numero decisamente maggiore di batteri buoni rispetto a quelli patogeni, è naturale che una maggior quantità di batteri buoni si traduce anche  in una minore probabilità di ammalarsi. Il muco, invece, è una sostanza di protezione che funziona da barriera della mucosa intestinale impedendo l’ingresso di germi patogeni nell’organismo. L’intestino, inoltre, è l’organo deputato ad assorbire i nutrienti e a trasportarli a tutti gli altri organi, tramite il circolo sanguigno. Più la qualità della nostra alimentazione sarà sana, più anche il nostro intestino sarà capace di assorbire tutti i nutrienti: in questo modo il corpo sarà capace di combattere in modo efficace ed efficiente le infezioni.

Ma vediamo insieme quali sono le regole base di Wellness Coaching che insegno ai cochee che si rivolgono a me per migliorare il loro benessere.

Per sviluppare un sistema immunitario più efficiente, consiglio di seguire alcune semplici indicazioni, tra cui:

  • Masticare almeno 30 volte ogni boccone. Ridurre il bolo presente, infatti, permette un migliore assorbimento dei nutrienti presenti nel cibo;
  • Respirare lentamente e profondamente mantenendo una postura eretta consente di rilassare l’addome e aiuta a fare spazio al cibo che scende dalla bocca all’intestino;
  • Scegliere alimenti vegetali, freschi e crudi, amici del sistema immunitario stimola la produzione della risposta immunitaria.                                                   

 

Quali sono gli alimenti amici del sistema immunitario? Vediamoli insieme grazie ai miei consigli alimentari:

1. Aumentare il consumo di alimenti freschi, crudi e vegetali e dei legumi;

2.Incrementare l’utilizzo di cereali integrali e semi oleosi (noci, pinoli, mandorle, chia, zucca, girasole, papavero, etc.);

3.Ridurre drasticamente il consumo di zucchero bianco, farina bianca, latte, carne e formaggi;

4.Preferire l’impiego di olio extravergine di oliva e olio di semi di lino;

5.Assumere integratori come Omega 3 per abbassare l’incidenza dell’infiammazione cronica di basso grado. Introdurre la Vitamina C, uno dei maggiori antiossidanti e immunostimolanti tramite i due vegetali a più alto contenuti naturale, la rosa canina e la ciliegia acerola. Assumere la vitamina D per una corretta stimolazione delle difese immunitarie e la polidatina, con una potente azione anti radicali liberi che consente di bloccare il sito di attacco dei virus e la relativa cascata infiammatoria. Anche la lattoferrina, i betaglucani, gli antiossidanti e lo zinco sono validissimi alleati per sviluppare un sistema immunitario più efficiente e pronto a rispondere all’attacco infiammatorio. Infine, un’importante nota di merito per l’echinacea, una delle piante con maggiori proprietà immunostimolanti. L’integrazione dell’echinacea garantisce anche azione antivirale e antinfiammatoria, resa possibile dai principi attivi contenuti, ovvero gli echinacosidi e i polifenoli.

 

 

Desideri approfondire la conoscenza dell’alimentazione più adatta ad innalzare le difese immunitarie? Ti aspetto altri segreti per una corretta dieta e integrazione alimentare con una consulenza personalizzata sulla base delle tue esigenze e dei tuoi obiettivi. 

Per maggiori dettagli scrivimi a lara@larabernini.it oppure chiama il 3391638172.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *